SPORT, ASSOCIAZIONISMO E AGGREGAZIONE SOCIALE

Siamo convinti che lo sport, oltre a rappresentare un’attività agonistica, sia strumento di crescita e di partecipazione per l‘intera Comunità cittadina e assuma un ruolo decisivo a contrasto delle devianze.

A nessuno sfugge il valore sociale, formativo, educativo e terapeutico della pratica sportiva e di quale importanza abbia soprattutto per le giovani generazioni, a cominciare fin dall’infanzia.

Per questo crediamo sia fondamentale sfruttare pienamente le potenzialità di tutti gli impianti sportivi di Andria integrandoli possibilmente con le strutture scolastiche, parrocchiali/oratoriane e private per consentire di praticare lo sport in ogni quartiere.

Un ruolo fondamentale è svolto dal volontariato, dall’associazionismo impegnato nel sociale e dalle associazioni ambientaliste, culturali e sportive come componenti imprescindibili nell’integrazione del servizio pubblico e come fermento vivo in grado di far crescere la coscienza civile della Comunità cittadina.

I centri di aggregazione sia giovanili sia per famiglie e anziani, inoltre, costituiscono straordinari luoghi di condivisione, di convivenza e di inclusione.

I luoghi dello sport, manutenzione e gestione

  • Censimento degli impianti sportivi Cittadini
    Razionalizzazione della manutenzione programmata e dei nuovi interventi con la verifica della progettualità;
  • Verifica dell’agibilità dell’impianto sportivo dello stadio Comunale “Degli Ulivi”; cura e manutenzione del manto erboso e dei locali accessori e/o adibiti a palestra e adeguamento dei servizi in accordo con l’attuale gestione;
  • Cura e manutenzione del manto erboso e dei servizi accessori del campo sportivo “Sant’Angelo dei Ricchi”; Verifica per l’affidamento in gestione con rimodulazione di orari, tariffe e servizi;
  • Manutenzione della copertura e delle parti deteriorate all’esterno e all’interno del Palazzetto dello Sport;
  • Regolamentazione per l’utilizzo della struttura anche per attività extrasportive;
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria del Polivalente di Via La Specchia e rimodulazione degli orari per ottimizzarne l’utilizzo; Riqualificazione e riattivazione della Piscina Comunale e affidamento in gestione con rimodulazione di orari e tariffe;
  • Riqualificazione della struttura del Circolo Tennis e attivazione di nuove convenzioni con l’attuale gestione per consentire la più ampia partecipazione alla pratica sportiva;

Le palestre delle scuole

  • Attivazione di convenzioni per l’apertura delle palestre in orari extrascolastici a beneficio degli abitanti del quartiere e di alunni e studenti della stessa scuola;

Gli oratori e le parrocchie

  • Attivazione di convenzioni per consentire la più ampia pratica sportiva nei quartieri;

Le nuove strutture

  • Individuazione e recupero di aree libere da adibire e attrezzare a campetti e strutture sportive nel quartiere di San Valentino e in altre aree libere della Città;
  • Riqualificazione e sistemazione dei campetti di San Domenico da affidare in gestione alle parrocchie del Centro Antico;
  • Azioni di monitoraggio delle possibilità di finanziamento attraverso stretta interazione con il CONI;

La pratica dello sport

  • Redazione del Piano Comunale dello Sport e ripristino del modello “Giochi della Gioventù”;
  • Attivazione di convenzioni per consentire la più ampia pratica sportiva nei quartieri;
  • Coinvolgimento dell’associazioni sportive per la promozione di sport marginali;
  • Incentivazione della pratica agonistica nei giovani in accordo con le associazioni sportive e i gestori degli impianti;

Una Corsa per la Salute

  • Organizzazione della maratona “Una Corsa per la Salute” per la sensibilizzazione e l’informazione dei controlli medici periodici in relazione a patologie oncologiche;

Il concorso internazionale di equitazione

  • Istituzione del concorso internazionale di equitazione intitolato al “Capitano Francesco Marchio”. Marchio, capitano del 3° squadrone del reggimento “Cavalleria Savoia”, comandò la carica del suo reparto di cavalleria nell’agosto del 1942 a Izbuscenskij sul fronte russo. Probabilmente l’ultima carica al mondo di reparti regolari effettuata in guerra. L’assalto di cavalleria risultò vittorioso grazie ad Albino che continuò a restare in testa alla carica, con lo stendardo impigliato nei guarnimenti, nonostante il tenente che lo cavalcava fosse stato ucciso. Il cavallo fu chiamato “Albino cavallo d’Italia”. Anche il Corriere dei Piccoli gli dedicò una striscia settimanale.
    Il concorso di equitazione si inserisce nel recupero della tradizione cittadina della storica kermesse che si teneva a Largo Torneo popolarmente noto come “Steccato”;

La rete del volontariato, dell’associazionismo di impegno sociale, della cultura, dell’ambiente, dello sport

  • Attivare sinergie e convenzioni negli ambiti della tutela ambientale, della cultura e dello sport per affiancare l’Amministrazione Comunale nella gestione di eventi e di strutture;
  • Favorire la rete del volontariato e dell’associazionismo di impegno sociale per ampliare e integrare i servizi a sostegno della fragilità delle persone, del disagio socio-economico, delle diverse abilità, dell’inclusione sociale, del contrasto alla tossicodipendenza e alla ludopatia e dell’integrazione interculturale con persone provenienti da Paesi stranieri;
  • Attivare convenzioni specifiche per azioni concrete da implementare nel welfare;
  • Divulgare e condividere le buone pratiche già in essere per migliorare il sistema di assistenza sociale;

L’azione formativa ed educativa nelle scuole

  • Attivazione di protocolli d’intesa con le scuole di ogni ordine e grado per avviare corsi, lezioni, incontri, anche con esperti e testimonial, in orario sia scolastico sia extrascolastico su specifici argomenti: senso civico, tossicodipendenza, alcol, sana alimentazione, sostenibilità ambientale, bullismo, violenza sulle donne, omofobia etc.;
  • Rafforzare la collaborazione con dirigenti scolastici e il personale docente delle Scuole Superiori affinché promuovano tra gli studenti progetti di interesse per la Collettività;
  • Azioni di divulgazione e promozione attraverso le scuole, del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico locale;

I centri di aggregazione

  • Individuazione di spazi per la creazione di un nuovo Centro di Aggregazione giovanile attrezzato per coltivare le passioni e le vocazioni dei giovani (arte, musica, spettacolo, ecc.);
  • Riattivazione dell’Officina San Domenico come centro di aggregazione polivalente e rimodulazione dell’offerta formativa, sociale e culturale;
  • Potenziare e attrezzare gli spazi dedicati alla formazione, alle attività culturali e alla lettura della biblioteca comunale e, con apposite convenzioni, delle biblioteche scolastiche e di quelle private;
  • Attivazione dell’ex Macello come Centro culturale polivalente e Centro di aggregazione giovanile;
  • Sottoscrizione di accordi, convenzioni, protocolli con i Centri giovanili della rete parrocchiana e oratoriana per promuovere iniziative di socializzazione, sportive e culturali indirizzate a famiglie e giovani;

Sostenibilità economica

Si consiglia di ruotare il cellulare in posizione orizzontale per una visione ottimale.

Obiettvi Generali Obiettivi Strategici Ambiti di Intervento Programmazione principali interventi/azioni Strumenti attuativi/ Fondi e Finanziamenti
RINNOVAMENTO - RIPENSAMENTO IMPIANTI SPORTIVI CITTADINI CENSIMENTO IMPIANTI SPORTIVI L’obiettivo è che ogni quartiere sia dotato di strutture sportive, promuovendo tutti i tipi di sport, strumento di aggregazione tra i giovani, come strumento di prevenzione della violenza, del bullismo, criminalità giovanile Urbano Censimento Impianti sportivi Cittadini Fondi Comunali
STRUTTURE SPORT DI BASE- promuovere a livello Comunale l'uso diffuso delle palestre e delle strutture esistenti attivando un adeguato sistema tariffario accessibile Attivazione e coordinamento di azioni di Cittadinanza Attiva con gli ORATORI dei quartieri a rischio e le agenzie educative (Centro Storico , San Valentino) Fondi Regionali Rigenerazione Urbana
GRANDI IMPIANTI. Azioni di riqualificazione e Nuova Gestione "Lo stadio comunale “Degli Ulivi” Il campo sportivo “Sant’Angelo dei Ricchi” Il Palazzetto dello Sport Il Polivalente di via La Specchia La Piscina comunale Il Circolo Tennis" Fondi Nazionali CONI e Fondi Regionali
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLO SPORT Realizzazione di nuove strutture Individuazione e recupero di aree libere da adibire e attrezzare a campetti e strutture sportive nel quartiere di San Valentino e in altre aree libere della Città; Riqualificazione e sistemazione dei campetti di San Domenico da affidare in gestione alle parrocchie del centro Antico;
Pianificazione e Programmazione delle politiche sportive "Redazione del Piano Comunale dello Sport e ripristino del modello ""Giochi della Gioventù""; Attivare sinergie e convenzioni negli ambiti della tutela ambientale, della cultura e dello sport per affiancare l’Amministrazione Comunale nella gestione di eventi e di strutture; Coinvolgimento dell’associazioni sportive per la promozione di sport marginali; " Fondi e Risorse Comunali
Ufficio Unico Comunale per lo Sport Razionalizzazione degli interventi legati allo sport, alla sua fruizione alla gestione unitaria delle risorse esistenti e di nuova realizzazione Azioni di monitoraggio delle possibilità di finanziamento attraverso stretta interazione con il CONI Risorse Comunali
Gestione e Manutenzione Impianti sportivi esistenti Rinnovamento della gestione frammentaria delle politiche; Attivazione di convenzioni per l’apertura delle palestre in orari extrascolastici a beneficio degli abitanti del quartiere e di alunni e studenti della stessa scuola; Attivazione di convenzioni per consentire la più ampia pratica sportiva nei quartieri; Razionalizzazione della manutenzione programmata e dei nuovi interventi con la verifica della progettualità
AGGREGAZIONE GIOVANILE Promuovere azioni integrate (per i giovani e non solo) finalizzate a favorire la crescita di forme di creatività anche funzionali alla prevenzione del disagio Centro Urbano e periferie "Potenziare e attrezzare gli spazi dedicati alla formazione e alle attività culturali, quali la biblioteca comunale e la biblioteca diocesana; Attivazione dell’ex Macello come Centro culturale polivalente e Centro di aggregazione giovanile; Sottoscrizione di accordi, convenzioni, protocolli con i Centri giovanili della rete parrocchiana e oratoriana per promuovere iniziative di socializzazione, sportive e culturali indirizzate a famiglie e giovani; "
Proseguire nella lotta alla dispersione scolastica attraverso politiche di aggregazione giovanile e offerta di servizi a basso costo "Attivazione di protocolli d’intesa con le scuole di ogni ordine e grado per avviare corsi, lezioni, incontri, anche con esperti e testimonial, in orario sia scolastico sia extrascolastico su specifici argomenti: senso civico, tossicodipendenza, alcol, sana alimentazione, sostenibilità ambientale, bullismo, violenza sulle donne, omofobia etc.; Rafforzare la collaborazione con dirigenti scolastici e il personale docente delle Scuole Superiori affinché promuovano tra gli studenti progetti di interesse per la Collettività; Azioni di divulgazione e promozione attraverso le scuole, del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico locale" Risorse Comunali o Programmi Nazionali e Regionali specifici
riqualificazione o realizzazione di nuovi spazi di aggregazione finalizzate alle nuove politiche di sostegno giovanile "Individuazione di spazi per la creazione di un nuovo Centro di Aggregazione giovanile attrezzato per coltivare le passioni e le vocazioni dei giovani (arte, musica, spettacolo, ecc.); Riattivazione dell’Officina San Domenico come centro di aggregazione polivalente e rimodulazione dell’offerta formativa, sociale e culturale;" Fondi Comunitari e Regionali