Ambiente e natura

La sostenibilità ambientale non può essere più riducibile alla semplice formula, sia pur imprescindibile, della limitazione di emissioni inquinanti.

Il rapporto tra città e ambiente implica una concezione nuova in relazione al legame ancestrale tra uomo e natura, legame alterato o squilibrato, purtroppo e soprattutto, dal caotico e incontrollato sviluppo dell’attività umana negli ultimi decenni.

Non è semplice ripristinare un equilibrio tanto compromesso anche se semplici sono le idee e le misure che si possono – e si devono – adottare per consentire alla città, intesa anch’essa come ambiente e come insieme di persone, di crescere armonicamente.

Una città nella quale la qualità della vita migliora sensibilmente grazie alla rimodulazione della mobilità, all’integrazione delle tecnologie, a una nuova progettazione urbanistica, all’efficienza energetica, al senso civico, alla cura e all’ampliamento del verde cittadino, alla corretta gestione dei rifiuti, alla limitazione degli sprechi di acqua e degli alimenti, al miglioramento dei servizi e, certamente, al contenimento degli inquinanti.

La riduzione delle emissioni inquinanti

  • Coordinare a livello di Area Vasta le azioni previste dai PAESC (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) e degli eventuali Piani di Azione Comunale (PAC), se esistenti, per una migliore sinergia ed efficacia degli interventi anche su territorio comunale;
  • Ricognizione dello stato degli edifici pubblici in relazione all’efficienza energetica e adeguamento alla vigente normativa;
  • Misure specifiche per favorire l’efficientamento energetico degli edifici privati;
  • Promuovere percorsi di informazione e partecipazione con i residenti sui temi della sostenibilità e del risparmio energetico – Comunità energetiche;
  • Coinvolgimento del mondo dell’associazionismo, delle scuole e delle altre agenzie educative presenti sul territorio nell’azione di informazione e di sensibilizzazione sui temi dell’ambiente, dell’inquinamento, della sicurezza e di senso civico anche con la partecipazione di esperti e di testimonial rappresentativi;
  • Riconversione della pubblica illuminazione con sorgenti ad elevata efficienza luminosa e basso consumo;
  • Azioni per il controllo e la riduzione dell’inquinamento acustico e luminoso;
  • Interventi per la riduzione dell’inquinamento elettromagnetico con l’adozione di un regolamento chiaro, partecipato e condiviso da cittadini, impiantisti e tecnici, che preveda norme per installazione degli impianti, per le autorizzazioni e per i controlli sull’ambiente e sugli edifici;
  • Campagne del tipo Pubblicità Progresso;

Le altre azioni

  • In accordo con la Provincia e con il Parco Nazionale, realizzazione, attraverso un partenariato pubblico-privato, di un museo naturalistico ambientale e sul paesaggio della Murgia, con aule didattiche e sale espositive, riqualificando parte dei locali del Centro Bonomo sull’esempio degli ecomusei o degli science center, citta della scienza, etc…;
  • Promuovere in accordo con Enti sovracomunali, l’istituzione di un “Parco extraurbano”, con finalità ludico-ricreative;
  • Valorizzazione degli ambiti a valenza ambientale esistente e, ove possibile, progettazione e ricerca di finanziamenti per il ripristino degli habitat originali, anche in accordo con i privati (rete ecologica di margine);
  • Valorizzazione e manutenzione periodica dei Parchi Comunali (“Graziella Mansi” “Corrado Ursi”, “IV Novembre” “Cappuccini”, etc…) Azioni di divulgazione e promozione, anche attraverso le scuole, del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico locale;
  • Riqualificazione ambientale delle cave dimesse e recupero dei materiali pregiati di risulta giacenti;
  • Valorizzazione della Villa Comunale con la costante sorveglianza per la prevenzione di atti vandalici, con l’informazione per la corretta fruizione del ‘verde’ pubblico, con la cura, la manutenzione e la custodia di viali, prati, aiuole, alberi;
  • Contrasto all’abusivismo edilizio e al consumo generalizzato di suolo;
  • Promozione di iniziative di prevenzione dello spreco e del rifiuto alimentare, in collaborazione con le agenzie educative e con le associazioni di categoria;
  • Wi-fi pubblica e fruibile in ogni parte della città al fine di favorire l’accesso a servizi comunali, all’informazione e alla condivisione “social” tra cittadini, istituzioni e imprese;

Sostenibilità economica

Si consiglia di ruotare il cellulare in posizione orizzontale per una visione ottimale.

Obiettvi Generali Obiettivi Strategici Ambiti di Intervento Programmazione principali interventi/azioni Strumenti attuativi/ Fondi e Finanziamenti
SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE E DEL TERRITORIO Creare un sistema organico dei servizi legati agli ambiti di interesse ambientale, paesaggistico e rurale, al fine di migliorarne l’accessibilità e la fruizione pubblica. Territorio Andriese (città/campagna) urbano ed extraurbano e Parco Nazionale Alta Murgia Promuovere in accordo con Enti sovracomunali, l’istituzione di un "Parco extraurbano", con finalità ludico-ricreative; Fondi Nazionale e Regionali
Promuovere una gestione accurata ed attenta ai sistemi ambientali presenti sul territorio comunale, fondata sull’analisi e la conoscenza di base del “verde” che ci circonda. Valorizzazione degli ambiti a valenza ambientale esistente e, ove possibile, progettazione e ricerca di finanziamenti per il ripristino degli habitat originali, anche in accordo con i privati (rete ecologica di margine); Riqualificazione ambientale delle cave dismesse e recupero dei materiali pregiati di risulta giacenti; Valorizzazione e manutenzione periodica dei Parchi Comunali (“Graziella Mansi” “Corrado Ursi”, “IV Novembre” “Cappuccini”, etc...; Tutela e riqualificazione ai fini formativi e turistici delle doline carsiche di Gurgo e di Gurgo Ruotolo; Fondi Comunitari, Nazionali e Regionali
Valorizzare le potenzialità ricreative, sportive e didattiche dell'agro andriese, in sinergia con il Parco Nazionale dell'Alta Murgia, per la salvaguardia dell’ambito naturale e mirando alla preservazione della biodiversità e del paesaggio. In accordo con la Provincia e con il Parco Nazionale, realizzazione, attraverso un partenariato pubblico-privato, in accordo con il Parco Nazionale, di un museo naturalistico ambientale e sul paesaggio della Murgia, con aule didattiche e sale espositive, riqualificando parte dei locali del Centro Bonomo sull’esempio degli ecomusei o degli science center, citta della scienza, etc…; Fondi Pubblico/Privato.
Valorizzare le potenzialità ricreative, sportive e didattiche dell'agro andriese, in sinergia con il Parco Nazionale dell'Alta Murgia, per la salvaguardia dell’ambito naturale e mirando alla preservazione della biodiversità e del paesaggio. Territorio comunale Urbano ed extraurbano Azioni di divulgazione e promozione, anche attraverso le scuole, del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico locale; Coinvolgimento del mondo dell’associazionismo, delle scuole e delle altre agenzie educative presenti sul territorio nell’azione di informazione e di sensibilizzazione sui temi dell’ambiente, dell’inquinamento, della sicurezza e di senso civico anche con la partecipazione di esperti e di testimonial rappresentativi; Fondi Regionali
VALORIZZARE E COMUNICARE IL TERRITORIO Incentivare il riuso funzionale degli spazi e degli edifici, il recupero, la riqualificazione e l’efficienza energetica. Intero territorio Comunale - patrimonio pubblico e privato Ricognizione dello stato degli edifici pubblici in relazione all’efficienza energetica e adeguamento alla vigente normativa Fondi Comunali
ABBATTIMENTO DELLE EMISSIONI DI CO2 - STRATEGIA GREEN DEAL 2030/50- CLIMATE & ENERGY FRAMEWORK Ridurre il consumo energetico comunale anche attraverso l’attuazione di progettualità integrate (es. PAES: l’impegno, per i comuni aderenti al patto dei sindaci, è di una riduzione del 40% entro il 2030) Coordinare a livello di Area Vasta le azioni previste dai PAESC ( Piano di Azione Energia Sostenibile e il Clima) e degli eventuali piani di azione comunale (PAC), se esistenti, per una migliore sinergia ed efficacia degli interventi anche su territorio Comunale Risorse Comunali
Incentivare le modalità costruttive legate al risparmio energetico, alla bioedilizia e alla ecocompatibilità degli edifici Misure specifiche per favorire l’efficientamento energetico degli edifici privati Fondi Comunitari Nazionali e Regionali
Sensibilizzare i cittadini alla cultura della sostenibilità ambientale ed incentivare l’utilizzo delle nuove fonti di energia alternativa Promuovere percorsi di informazione e partecipazione con i residenti sui temi della sostenibilità e del risparmio energetico - Comunità Energetiche Risorse Comunali