Chi sono

Sono nato il 1° gennaio 1953 ad Andria, città in cui risiedo da sempre con la mia famiglia: mia moglie Rosella, i miei figli Michele e Francesca e, ultima arrivata, la mia adorata nipotina Martina.

La mia vita, professionale e politica, è stata sempre caratterizzata da un forte legame con la mia città, e il territorio della provincia, e dalla voglia di impegnarsi per il bene della comunità che negli anni ho avuto l’onore di rappresentare. 

La mia formazione.

Accanto al percorso universitario, concluso con la laurea in Giurisprudenza, e parallelamente all’impiego nella Banca Popolare Andriese, prima come impiegato e poi come funzionario fino al 1993, ho coltivato la mia grande passione: il giornalismo. 

Il giornalismo

Ho iniziato l’attività negli anni 70 su “Meridiano Sud”, quindicinale di cultura e politica diretto da Angelo Nitti, pubblicato in Puglia; quindi sono stato corrispondente del quotidiano nazionale “Il Tempo” di Roma, diretto da Gianni Letta, che firmò la certificazione per la mia iscrizione all’Ordine dei Giornalisti della Puglia, avvenuta nel1981. 

Nei primi anni 80, animato dal desiderio di contribuire alla crescita culturale e informativa di Andria e della provincia, ho promosso, insieme ad amici e familiari, la costituzione della Sveva Cooperativa Editoriale, di cui sono stato presidente, curatore e autore di pubblicazioni culturali a carattere storico, locale e nazionale. 

Dalla Sveva Cooperativa Editoriale sono poi nati nel 1982 il periodico locale “La Voce di Andria” e nel 1985 le emittenti regionali “Telesveva” e “Radiosveva”, di cui ho assunto l’incarico di direttore generale e direttore responsabile. 

Infine, nell’ottobre 2002 sono stato nominato anche direttore responsabile del settimanale Puglia d’Oggi. 

Per me “politica” ha sempre voluto dire mettersi al servizio della comunità, studiando a fondo e cercando di offrire soluzioni per il bene di tutti, mai di una parte. In questo ho avuto la fortuna di incontrare un grande maestro, Pinuccio Tatarella, che mi ha spinto a mettermi in gioco in prima persona e mi ha insegnato a non arretrare mai davanti ai problemi e a combattere sempre per le proprie idee, anche se questo voleva dire farsi dei nemici o essere considerato scomodo. 

La politica

Inizio il mio percorso politico come Consigliere comunale di Andria nel 1983, ruolo che ricopro ininterrottamente, grazie alla fiducia degli andriesi, fino al 2019. 

Accanto all’impegno in Consiglio Comunale, nel 1995 entro in Consiglio Regionale. Qui, nel corso delle diverse legislature, ho ricoperto la carica di Capogruppo, di Vice Presidente del Consiglio Regionale, di Assessore con delega alla Formazione Professionale ed al Lavoro nel 1998, di Assessore all’Agricoltura Caccia, Pesca, Riforma Fondiaria, Alimentazione, acquacoltura e Foreste nel 2000, insieme al ruolo di coordinatore di tutti gli Assessori Regionali d’Italia all’Agricoltura, nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni. Nel 2001, e fino al 2006, nominato dal Governo Berlusconi, ho ricoperto l’incarico di Commissario Straordinario dell’Ente Irrigazione di Puglia, Lucania e Irpinia, avviandone il risanamento. 

Oggi, con umiltà e passione, mi candido a sindaco di Andria, insieme a una grande e forte coalizione civica, per mettere al servizio della mia città l’esperienze e le competenze acquisite in questi anni. 

Una candidatura che prima ancora di essere un atto di amore nei confronti di una città che mi ha sempre dato fiducia, nasce dalla volontà di non svendere il futuro di Andria con accordi di potere o giochi di partito di basso livello. Siamo persone libere, animate da un’unica idea: niente compromessi, solo Andria. 

Contattami. Ti ascolto.